Lunedì 23 Luglio 2018
Segui lo Studio Legale sui Social Network
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+
Studio Legale Penale Roma

Avvocato penalista Roma - Richiedi una consulenza
Giudizio Immediato art. 453 c.p.p.
IL GIUDIZIO IMMEDIATO

Il giudizio immediato è un procedimento speciale caratterizzato dalla assoluta evidenza della prova.
Può essere instaurato in seguito alla richiesta del Pubblico Ministero o dell’imputato e si caratterizza per l’assenza dell’udienza preliminare. (da qui il termine di procedimento speciale)
Perché dunque richiedere tale giudizio?
Il motivo principale è il caso in cui l’imputato ritiene con assoluta certezza di essere estraneo alla vicenda per la quale si procede e, di più, ha le prove evidenti per dimostrarlo così da chiedere il giudizio immediato per poter definire la propria posizione processuale e cosi dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati.
Allo stesso modo il P.M. chiede il giudizio immediato, quando la persona sottoposta alle indagini è stata interrogata su fatti dai quali emerge l’evidenza della prova, quando dalla prova stessa si evince l’evidente colpevolezza dell’indagato in quanto presupposto del rito immediato è la consistenza della fondatezza dell’accusa che esclude la possibilità di particolari sviluppi.
La differenza tra il giudizio immediato su richiesta dell’imputato che rinuncia all’udienza preliminare si differenzia da quello richiesto dal Pubblico Ministero in quanto diversamente da questo non esige particolari condizioni, ma si basa solamente sulla richiesta fatta dall’imputato stresso.
Il giudizio immediato pur presupponendo l’evidenza della prova, non implica però la definibilità del processo allo stato degli atti, e non impedisce dunque che nel corso dello stesso l’acquisizione di ulteriori prove o lo sviluppo di ulteriori approfondimenti in dibattimento. E’ procedimento speciale in quanto mancante della udienza preliminare ma quanto al dibattimento, una volta confluito in tale grado esso è equiparato al rito ordinario.
In ogni caso l’Imputato potrà richiedere personalmente o a mezzo di procuratore speciale che il processo venga definito allo stato degli atti richiedendo il rito ABBREVIATO entro il termine fissato dalla legge notificando la richiesta qualora si trovasse in detenzione, sia al Pubblico Ministero che al Giudice delle Indagini Preliminari.

Avv. Fabrizio Gallo
Dott. Marco Conti
STUDIO LEGALE GALLO
UNICA SEDE
via Ercolano, 5 00183 Roma
Tel/Fax +39 06 6878350
Mobile +39 3387512193
contatti@studiolegalegallo.it
© STUDIO LEGALE GALLO
SEO e Web Marketing Mandarino Adv
CONSULENZA ONLINE
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+